Il Terre del Colleoni o Colleoni DOC

La storia

E’ la Gazzetta Ufficiale 55 dell’8 marzo 2011 a riportare il decreto ministeriale che riconosce al territorio bergamasco la sua seconda DOC. Si tratta del Terre del Colleoni o Colleoni Doc, una denominazione di origine totalmente incentrata sui monovitigni coltivati tradizionalmente nella bergamasca.

Un nuovo impegno dei produttori bergamaschi che puntano a prodotti sempre più ‘certificati’ e ‘garantiti’.
Un impegno, non un premio. La Doc, infatti, è un impegno che i produttori bergamaschi prendono nei confronti dei loro consumatori con l’obiettivo di portare l’enologia bergamasca ad un livello sempre più alto. DOP, inoltre, è una garanzia per l’estero, un mercato in continua espansione e su cui il Consorzio Tutela Valcalepio e Vignaioli Bergamaschi stanno concentrando la loro attenzione da qualche anno.
L’introduzione di questa nuova DOP è una promessa che i produttori fanno al loro pubblico, italiano e straniero: portare l’enologia bergamasca sempre più in alto.

Scarica il disciplinare del Terre del Colleoni

I Vini

La prima vendemmia è stata, appunto, la 2011 e ci troviamo davanti ad una vera e propria rinascita per alcuni vitigni autoctoni del territorio, coltivati da secoli sul terreno bergamasco.

Nella Doc rientrano 14 tipologie monovarietali: rossi, rosati, fermi e frizzanti; per una gamma di prodotti completa e variegata che va a completare quella che è l’offerta territoriale orobica.

Le 14 tipologie comprendono:
Colleoni Pinot Bianco, Colleoni Pinot Grigio, Colleoni Chardonnay, Colleoni Manzoni Bianco, Colleoni Moscato Giallo, Colleoni MoscatoGiallo Passito, Colleoni Schiava, Colleoni Merlot, Colleoni Marzemino, Colleoni Cabernet, Colleoni Franconia, Colleoni Incrocio Terzi, Colleoni Novello, Colleoni Spumante.

Produzione ad ettaro uve bianche 12 ton.
Produzione ad ettaro uve rosse 13 ton.
Resa uva/vino 70%.

Zone di produzione

La zona di produzione dei vini a denominazione di origine controllata “Terre del Colleoni” o “Colleoni” di cui all’articolo 2 comprende l’intero territorio amministrativo dei comuni in provincia di Bergamo di:
  • Predore
  • Sarnico
  • Viadanica
  • Adrara San Martino
  • Adrara San Rocco
  • Foresto Sparso
  • Villongo
  • Gandosso
  • Credaro
  • Castelli Calepio
  • Grumello del Monte
  • Chiuduno
  • Carobbio degli Angeli
  • Zandobbio
  • Trescore Balneario
  • Luzzana
  • Entratico
  • Curno
  • Vigano S. Martino
  • Borgo di Terzo
  • Berzo San Fermo
  • Pradalunga
  • Cenate Sopra
  • Cenate Sotto
  • S. Paolo D’argon
  • Seriate
  • Brusaporto
  • Bagnatica
  • Montello
  • Costa Mezzate
  • Bolgare
  • Telgate
  • Gorle e Pedrengo Gorlago
  • Albano S. Alessandro
  • Torre De’ Roveri
  • Scanzorosciate
  • Villa di Serio
  • Nembro
  • Alzano Lombardo
  • Ranica
  • Torre Boldone
  • Bergamo
  • Ponteranica
  • Sorisole
  • Villa D’Almè
  • Almenno S. Salvatore
  • Almenno S. Bartolomeo
  • Palazzago
  • Caprino Bergamasco
  • Cisano Bergamasco
  • Pontida
  • Villa D’Adda
  • Calusco D’Adda
  • Terno D’Isola
  • Chignolo D’Isola
  • Bonate Sotto
  • Bonate Sopra
  • Ponte San Pietro
  • Presezzo
  • Brembate Sopra
  • Mapello
  • Sotto il Monte Giovanni XXIII
  • Carvico
  • Ambivere
  • Barzana
  • Paladina
  • Valbrembo
  • Almè
  • Mozzo
Visualizza la mappa delle zone di produzione
Vuoi ricevere le nostre migliori news e offerte?
Iscriviti alla nostra newsletter compilando i campi qui sotto

Desideri una copia del disciplinare del Terre del Colleoni?

Compila i dati richiesti qui sotto, riceverai subito una copia in formato PDF direttamente al tuo indirizzo mail.
I campi contrassegnati da sono obbligatori
Zone di Produzione del Terre del Colleoni